Premio Alberto Falck 2014

Durante una cerimonia che si è svolta il 22 novembre all’Open Colonna di Roma – è stato conferito il Premio Alberto Falck – Azienda Familiare 2014 a Matteo Lunelli, Presidente di Cantine Ferrari Fratelli Lunelli. Il premio è giunto alla X edizione e viene consegnato nell’ambito del Convegno Nazionale delle Aziende Familiari.

La motivazione

Le Cantine Ferrari nascono nel 1902 dal sogno di Giulio Ferrari di creare in Trentino un vino capace di confrontarsi con i migliori champagne francesi. Nel 1952, non avendo figli, Giulio Ferrari sceglie di affidare la continuità dell’impresa a Bruno Lunelli, all’epoca titolare di un’enoteca a Trento. Grazie alla passione e al talento imprenditoriale, Bruno riesce ad aumentare la produzione mantenendo l’elevata qualità dei prodotti.

Dal 1970 agli anni duemila, tre dei cinque figli di Bruno – Franco, Gino e Mauro – sviluppano l’azienda sino a farla diventare sinonimo di brindisi italiano nel mondo. Marcello, Camilla, Matteo e Alessandro – rappresentanti della terza generazione – guidano oggi l’azienda innovando nel solco della tradizione.

La famiglia Lunelli ha costituito negli anni un gruppo, il Gruppo Lunelli, che affianca a Ferrari prodotti che ne condividono i valori di fondo, quali la ricerca dell’eccellenza e il forte legame con il territorio: i vini fermi delle Tenute Lunelli, l’acqua Surgiva, la grappa Segnana e, con una acquisizione avvenuta nel 2014, il prosecco superiore Bisol.

Il marchio Ferrari è uno dei leader internazionali nel settore delle bollicine e, soprattutto, è uno dei marchi italiani più noti, grazie anche alla presenza dei suoi prodotti sulle tavole dei meeting dei più importanti uomini e donne di governo del mondo, da ultimo il decimo summit Asem dei Capi di Stato europei e asiatici tenutosi a Milano nell’ottobre 2014.

La famiglia Lunelli ha saputo perseguire con coraggio il cambiamento non solo in termini di business. Nel 2011 Gino Lunelli ha lasciato al nipote Matteo, allora trentasettenne, la Presidenza della Ferrari e nel contempo il Consiglio di Amministrazione della holding è stato aperto a due personalità di rilievo del mondo economico italiano come Innocenzo Cipolletta e Lino Benassi. E il tutto è avvenuto con il massimo consenso da parte di tutti i familiari e con la soddisfazione dei collaboratori che possono guardare con serenità al futuro del Gruppo. In un Paese come l’Italia dove stiamo vivendo un delicato momento di cambio generazionale per molti gruppi, la famiglia Lunelli costituisce un esempio da seguire per tante famiglie imprenditoriali.

Oggi premiamo un gruppo familiare importante, notissimo in tutto il mondo, solido finanziariamente. E con una famiglia proprietaria che ha saputo rinnovarsi e affrontare con successo le sfide del ricambio generazionale, della coesione tra numerosi familiari, della professionalizzazione della governance familiare e aziendale.

Le precedenti edizioni

I premi delle precedenti edizioni sono stati assegnati a

  • De Agostini S.p.A. (2005)
  • Banca Sella (2006)
  • Gruppo Techint (2007)
  • Gruppo Mapei (2008)
  • Buzzi Unicem S.p.A. (2009)
  • Ferrero S.p.A. (2010)
  • illy caffè S.p.A. (2011)
  • Gruppo Ermenegildo Zegna (2012)
  • Salvatore Ferragamo SpA (2013)

Come viene assegnato il premio Alberto Falck – Azienda familiare

La giuria del premio stila un nutrito elenco di aziende familiari considerate meritevoli del Premio e lo invia a un panel di esperti, con l’invito a indicare tre aziende. Il panel è formato da oltre 50 persone appartenenti a categorie professionali ritenute rilevanti in termini di conoscenza delle aziende familiari (accademici, consulenti, giornalisti e opinionisti, professionisti e manager, banchieri) e dalle aziende premiate nelle edizioni precedenti.

Ricevute le indicazioni, le prime tre aziende per numero di preferenze sono sottoposte alla selezione della Giuria che procede alla scelta da premiare nell’anno.

I prerequisiti delle aziende sono:

  • azienda controllata da una o più famiglie collegate tra loro da legami di parentela o da consolidate alleanze
  • azienda giunta almeno alla seconda generazione sia in termini di proprietà sia di gestione
  • assenza di conflitti manifesti tra familiari

I criteri di segnalazione per il panel di esperti sono:

  • trend positivo negli ultimi tre anni
  • consolidamento della presenza sui mercati negli ultimi tre anni
  • sistemi di governance della proprietà e dell’azienda ben funzionanti
  • programmi di responsabilità sociale attivi

Share: